• Home
  • Esperienze
  • Visita di una splendida Villa Rinascimentale e Wine Tasting in Villa

Visita di una splendida Villa Rinascimentale e Wine Tasting in Villa

 

A Villa La Ripa l’arte della vigna si tramanda da secoli. L’antico casale rinascimentale, costruito attorno ad una torre dell’anno 1000, e la pregiata cantina sono adagiati sui dolci colli del Chianti di Arezzo, vicino a Siena e Firenze, nel cuore della Toscana. Un ambiente unico, rimasto immutato nei secoli: un paesaggio da vivere, da scoprire e … da degustare. Consigliato agli amanti del turismo del vino per delle indimenticabili visite in cantina.”

Villa La Ripa è una splendida proprietà situata in località Antria nella provincia di Arezzo. Le prime tracce di questo magnifico luogo risalgono al II secolo D.C. con Marco Peconio. Tuttavia, la forma attuale della villa si deve ai Gualtieri, importante casato di poeti che l’acquisirono durante il Rinascimento. Dopo vari passaggi di proprietà, la villa è stata poi acquistata dalla famiglia Luzzi.

Durante il tour avrete modo di scoprire molti angoli di questo tesoro del Rinascimento, come ad esempio il "giardino segreto" (tipici giardini rinascimentali a cui era consentito l'accesso esclusivamente ai proprietari), la cappella, ancora oggi consacrata, dove si può ammirare un dipinto del '500 raffigurante la proprietà.

  

Attualmente la villa si trova all’interno di una Azienda Agricola che produce dell’ottimo vino, che potrete degustare in due diverse formule:

Tour & Tasting € 20 (circa 60')
Visita all’azienda e alla villa rinascimentale e degustazione di 3 vini di Villa La Ripa
Spaziolibero (Rosato Sangiovese/Syrah)
Peconio (Sangiovese)
Psyco (Sangiovese/Cabernet Sauvignon)
abbinati a formaggio caprino, Parmigiano Reggiano 36 mesi, pane toscano con olio extravergine di oliva dell’azienda.

“Filari e filari di Sangiovese, Merlot, Cabernet Sauvignon, Syrah, Canaiolo, Trebbiano e Malvasia curati con amore e passione, con testa e con cuore. Sempre nel pieno rispetto della natura, dei suoi ritmi perfetti e della sostenibilità ambientale.”

All Tuscany € 35 (circa 90')

Tutti i migliori vini toscani in un’unica degustazione, grazie alla collaborazione fra importanti aziende.

Visita all’azienda e alla villa rinascimentale e degustazione dei seguenti vini
Chianti Classico DOCG
Brunello di Montalcino DOCG
Bolgheri DOCG
Spaziolibero (Rosato Sangiovese/Syrah)
Peconio (Sangiovese)
Psyco (Sangiovese/Cabernet Sauvignon)
abbinati a formaggio caprino, Parmigiano Reggiano 36 mesi, pane toscano con olio extravergine di oliva dell’azienda.

 

Questa esperienza è priva di barriere architettoniche e la rende quindi perfetta anche a disabili o per chi si muove in sedia a rotelle.

Vigneti

Le coltivazioni di Villa La Ripa ricadono nella sottozona Colli Aretini del Chianti, sfruttando un terreno in lieve pendio, a medio impasto, posto in una zona abbastanza ventosa, compresa fra due piccoli torrenti.

La vigna più antica è stata piantata almeno 80 anni fa; sono presenti filari di syrah, varietà autoctone del sangiovese, del canaiolo, del trebbiano, della malvasia, e inoltre, particolare molto curioso, vecchie barbatelle di cabernet sauvignon. Le antiche viti, secondo il tradizionale metodo toscano, sono posizionate a due metri di distanza fra loro e i filari a tre.

Le nuove entano una maggiore densità di impianto per favorire la competizione. Ciò permette di produrre sia un vino più tradizionale e più vicino al classico Chianti, che un altro più innovativo, secondo il concetto moderno dei grandi Supertuscan.

Contattaci per un preventivo personalizzato, saremo felici di aiutarti!

info@eurocasa.com

0039 0575 84 53 48

0039 3357604638

Dieci Ville Rinascimentali da non perdere:

1)Palazzo Pitti, Firenze

Emblema di Firenze culla del Rinascimento italiano, Palazzo Pitti è il più grande e imponente dei palazzi fiorentini. Sorge sulla collina di Boboli e per la sua collocazione fuori dall'affollata città medievale fu dotato anche di un esteso giardino all'italiana. Progettato per la famiglia Pitti da Brunelleschi, ma costruito dal suo allievo Luca Fancelli, nel 1549 viene acquisito dai Medici che lo trasformano nella loro residenza principale e nel centro del potere del Granducato di Toscana. La sua struttura tipicamente rinascimentale presenta una facciata di enormi blocchi di pietra, interamente percorsa da un balcone e finestre ad alta volta. Oltre agli appartamenti reali e alle collezioni medicee della Galleria Palatina, ospita numerosi musei, tra cui la galleria d'Arte Moderna.

2) Palazzo Medici Riccardi, Firenze

Residenza dei Medici dalla sua costruzione nel 1464 per volere di Cosimo il Vecchio, fino al 1540, quando Cosimo I si trasferì a Palazzo Vecchio, Palazzo Medici Riccardi contrappone alla sobrietà esterna l'eleganza interna della dimora nobiliare rinascimentale che si sviluppa attorno al cortile colonnato interno realizzato su progetto di Michelozzo. Il palazzo in cui visse anche Lorenzo il Magnifico è oggi sede di uffici amministrativi e del museo Mediceo che consente la visita della Cappella dei Magi affrescata da Benozzo Gozzoli e della maestosa Galleria Luca Giordano decorata con l'affresco raffigurante l'Apoteosi dei Medici.

3) Palazzo Ducale, Mantova

Con una superficie di oltre 35.000 metri quadrati il Palazzo Ducale di Mantova è una delle regge più estese d'Europa. Residenza ufficiale e centro del potere dei Gonzaga, è un enorme complesso di edifici, corti, giardini, loggiati e gallerie. Tra centinaia di sale e saloni, la più preziosa è la Camera degli Sposi, interamente affrescata da Andrea Mantegna tra il 1465 e il 1474 per volere di Ludovico II Gonzaga, considerata un capolavoro assoluto del Rinascimento lombardo.

4) Palazzo Strozzi, Firenze

Uno dei più emblematici palazzi rinascimentali fiorentini, Palazzo Strozzi sorge sull'omonima piazza nel centro cittadino. Fatto costruire a fine '400 da Filippo Strozzi, uno dei mercanti più facoltosi dell'epoca, si sviluppa attorno a un elegante cortile porticato interno. La storia dell'edificio e le varie fasi della sua realizzazione sono narrate nel piccolo museo a piano terra. Il complesso è uno degli spazi espositivi più importanti di Firenze e ospita anche l'Istituto Nazionale di Studi sul Rinascimento.

5)  Palazzo dei Diamanti, Ferrara

Uno degli palazzi rinascimentali più famosi d'Italia, Palazzo dei Diamanti fu progettato dall'architetto Biagio Rossetti come fulcro dell'Addizione Erculea, il piano per ampliare la dimensione urbana di Ferrara voluta alla fine del '400 dal Duca Ercole I d'Este. Il bugnato, composto da 8.500 blocchi di marmo sfaccettati a punta di diamante, dà il nome al palazzo oggi sede della Pinacoteca Nazionale, che vanta opere di pittori di scuola ferrarese dal XIII al XVII secolo, mentre un piano ospita le mostre temporanee delle Gallerie d'Arte Moderna e Contemporanea.

 

 

6)  Palazzo Ducale, Urbino

Antica città di origini romane, Urbino raggiunge l'apice del suo splendore durante il Rinascimento, quando il duca Federico da Montefeltro istituisce una delle corti più illustri d'Europa. Simbolo di quel fastoso periodo è il Palazzo Ducale, tra i più imponenti d'Italia, dichiarato con l'insieme del centro storico cittadino Patrimonio dell'Umanità dell'Unesco. Costruito nella seconda metà del XV secolo, in parallelo con la trasformazione urbanistica del vecchio borgo secondo le linee della città ideale del Rinascimento, il Palazzo Ducale contempla cortili, saloni, logge, appartamenti e una vasta rete di locali di servizio, tra cui il celebre Studiolo del Duca, rivestito di splendidi pannelli in legno intarsiato. Oggi è sede del Museo Archeologico e della Galleria Nazionale delle Marche che vanta una delle più importanti collezioni di dipinti rinascimentali in Italia.

 

 

7) Palazzo Piccolomini, Pienza (Si)

Sorge nel cuore di Pienza la splendida residenza rinascimentale voluta da Enea Silvio Piccolomini, che fu Papa con il nome di Pio II, nella sua piccola città natale. Nel 1459 fu chiamato Rossellino per realizzare quello che è un vero e proprio palazzo, ispirato al Palazzo Rucellai di Firenze, per ospitare nobili e cardinali. Caratteristica della dimora è il loggiato interno, affacciato sul giardino pensile da cui la vista spazia sulla Val d'Orcia.

8)  Villa Farnese, Caprarola (Vt)

Fulcro dei vasti possedimenti dei Farnese nell'alto Lazio, la villa di Caprarola domina l'antico borgo del viterbese con la sua mole massiccia. Progettata come una fortezza da Antonio da Sangallo il Giovane, esperto ingegnere militare, fu completata nella seconda metà del XVI secolo dal Vignola, che trasformò il progetto iniziale in un elegante palazzo rinascimentale mantenendone la peculiare forma pentagonale e circondandolo da un meraviglioso giardino all'italiana.

9) Villa Medicea La Petraia

Domina Firenze dall'alto del Monte Morello, quella che è considerata una delle più belle ville medicee, tipico esempio di residenza rinascimentale suburbana. Una torre di origine medievale caratterizza la struttura esterna, ampliata nella seconda metà del XVI secolo, quando venne realizzato anche il magnifico giardino a terrazze. Cuore dell'edificio è il cortile coperto, interamente decorato con affrescati di Cosimo Gaddi e del Volterrano che rappresentano i fasti medicei.

10) Villa La Rotonda, Vicenza

Villa Almerico Capra, più conosciuta come La Rotonda, è la più celebre e visitata delle ville di Andrea Palladio. Il progetto di edificio circolare con cupola è ispirato dal Pantheon di Roma e riflette i canoni umanistici tipici dell'architettura rinascimentale, tanto che è considerata un'icona di perfezione. Costruita a partire dal 1567, esternamente presenta quattro portici con frontoni supportati da colonne ioniche e abbelliti da statue di divinità classiche. L'interno invece ruota attorno alla sala centrale circolare, che dà il nome alla villa, sormontata da una cupola magnificamente affrescata, rischiarata da una lanterna.