I Bovini di Razza Chianina

PUBBLICATO IL 13/05/2015 IN CIBO E VINO
Il Bovino di razza Chianina ha origini antichissime, è autoctono del territorio della Valdichiana da cui prende il nome.
Si parla già della razza Chianina in epoca preromana, ma soprattutto durante l'Impero Romano, quando secondo gli scrittori dell'epoca, venivano sacrificati agli Dei bovini bianchi, allevati nell'attuale Toscana e Umbria.
In numerosi scavi effettuati in Toscana e Umbria sono venuti alla luce vasi, cornicioni, monete raffiguranti bovini o teste di bovini molto somiglianti a vitelli di razza Chianina.
Il periodo di maggior sviluppo della razza Chianina iniziò tra la fine del 1700 e la prima metà del 1800 parallelamente alla grandiosa bonifica della Valdichiana approntata dal Fossombroni e con la costituzione delle fattorie appoderate.
Nel 1932, su iniziativa del prof. Giuliani, venne istituito il Libro Genealogico della Chianina ed attivato il programma di selezione morfo-funzionale che in breve tempo portò al miglioramento della razza. La selezione della razza è proseguita fino ad oggi con metodi scientifici rigorosissimi, che hanno portato a quella armoniosa conformazione che la contraddistingue.
Ed è proprio per questo nobile aspetto, dovuto sia alla conformazione armoniosa che alla purezza e candore del manto, e per le notevoli dimensioni (è il bovino più grande del mondo) che viene definito “Il Gigante Bianco della Valdichiana”. Ma oltre alle caratteristiche fisiche ed al carattere mite, che ne hanno fatto in passato un compagno di lavoro inseparabile per i braccianti utilizzandolo soprattutto come animale da traino, anche se a partire dalla seconda metà del '900, con la meccanizzazione dell'agricoltura, il suo utilizzo come animale da lavoro è diminuito drasticamente.

La Chianina è riuscita a raggiungere la sua fama grazie alla bontà e alle caratteristiche uniche della sua carne: ottima in quanto a sapore, aroma, caratteristiche organolettiche e contenuto di sostanze nutritive. In particolare da evidenziare che è proprio dai bovini di razza Chianina che si ottengono le rinomate bistecche alla Fiorentina.
Ed è per questi pregi e per la sua adattabilità, che la razza Chianina è stata esportata in altri Paesi, con lo scopo primario di migliorare le razze locali diventando successivamente risorsa importante della zootecnia di Paesi come il Brasile, L’Argentina, il Canada, l’Australia ecc..

Per poter ammirare, fotografare i bovini di razza Chianina e gustare le loro pregiate carni, potete partecipare ad uno dei tour organizzati da EuroCasa.