Alla riscoperta della Via Francigena

PUBBLICATO IL 28/08/2015 IN LUOGHI DA VISITARE
La Via Francigena era un tempo la strada dei pellegrini che dal nord Europa partivano per la Santa Sede, un percorso che, nel Medioevo, univa Canterbury a Roma e che oggi sta riscuotendo sempre più interesse turistico. 

Anche se può apparire strano nella nostra epoca, in cui la velocità è tutto, in passato ci si spostava molto, anche su lunghe distanze. Nell'età dell'impero romano infatti, una fitta rete di strade lastricate percorreva l'Europa, e su di essa si spostavano mercanti e viaggiatori, carri, generali ed eserciti, che trascorrevano sulla via settimane o mesi di viaggio. Anche le invasioni barbariche non posero fine al continuo viaggiare, e alle vie commerciali nel medioevo si affiancarono i percorsi che conducevano alle grandi mete della cristianità medievale: Santiago, Roma e Gerusalemme.

A tracciare la prima rotta della Via Francigena fu l’arcivescovo di Canterbury Sigerico, che nel 990 si recò a Roma in visita a papa Giovanni XV e nel suo viaggio di ritorno annotò su un diario tutte le tappe in un documento oggi conservato alla British Library. Ora quel percorso di quasi mille chilometri, arricchito e ricostruito attraverso altri resoconti dell’epoca, è stato riscoperto nelle sue originarie 79 tappe, che oggi costituiscono il cammino per Roma.

Sono sette le regioni italiane attraversate: si parte dal Gran San Bernardo in Valle d’Aosta, passando per Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Toscana e Lazio. A questo tratto si è aggiunta di recente la Via Francigena del Sud, che da Roma arriva fino a Brindisi, porta per l’imbarco in Terra Santa. Chi si mette in cammino può ricevere la credenziale che attesta lo status di “pellegrino” e infine il Testimonium, se percorre consecutivamente gli ultimi 140 chilometri fino a Roma.

Nel 2014 sono state circa 25mila le persone che si sono messe in marcia per affrontare almeno un tratto della Via Francigena, di cui la metà italiane.

Per quanto riguarda la Regione Toscana, sono 38 i comuni attraversati dalla Via Francigena da Pontremoli a Siena e San Gimignano; molteplici i percorsi praticabili in auto, a piedi, in biciletta e persino a cavallo! 380 km in tutta sicurezza per riscoprire itinerari ricchi di storia, cultura, architettura e molta, molta natura che emoziona.

Per chi volesse intraprendere il cammino e soggiornare in Toscana, abbiamo moltissime e variegate soluzioni a disposizione.